Assegno unico universale per stranieri in Italia

Assegno unico agli stranieri lavoratore: quando?

Anche gli stranieri lavoratori, autonomi oppure con permesso di asilo, hanno diritto a ricevere l’assegno unico universale. Si tratta di un importante chiarimento contenuto all’interno della circolare INPS datata 9 febbraio 2022, che chiarisce meglio l’ambito di applicazione dell’assegno unico e universale per i figli a carico.

Come noto, il decreto legislativo n. 230 del 2021 istituisce, a partire dal 1 marzo 2022, l’assegno unico e universale dei figli a carico.

Si tratta di un sostegno economico mensile che viene erogato in nuclei familiari italiani sulla base della loro condizione economica. L’assegno in questione assorbe alcune prestazioni familiari vecchie, come l’assegno di natalità, le detrazioni dei figli a carico e l’assegno per i nuclei con almeno tre figli minori.

Il decreto legislativo, all’articolo tre comma 1 lettera a), ha chiarito che l’assegno spetta ai richiedenti cittadini italiani o cittadini di uno Stato membro dell’Unione Europea, inclusi i loro familiari, purché titolari di diritto di soggiorno o diritto di soggiorno permanente.

L’assegno spetta anche a coloro che sono in possesso del permesso di soggiorno dell’Unione Europea di lungo periodo, o del permesso di lavoro, o di permesso di soggiorno per motivi di ricerca per più di sei mesi.

Il decreto stabilisce che i soggetti richiedenti l’assegno universale, a prescindere dalla cittadinanza, devono essere residenti in Italia per almeno due anni (anche non continuativi) oppure devono avere un contratto di lavoro a tempo determinato, oppure, se a tempo determinato, di almeno sei mesi.

La circolare INPS ha chiarito che detto assegna spetta anche ai cittadini stranieri autonomi o con permesso per l’asilo. Vediamo meglio i suoi contenuti.

Quali stranieri possono richiedere l’assegno universale?

Stranieri extracomunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno, permesso di lavoro o di ricerca superiore a 6 mesi. Per questi sono richiesti i seguenti requisiti:

  • residenza congiunta in Italia, quindi sia del minore che di chi fa la richiesta;
  • residenza in Italia di almeno 2 anni, anche non continuativi, o in alternativa aver sottoscritto un contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato di almeno 6 mesi;
  • domicilio in Italia;
  • tasse pagate in Italia.

La circolare in questione ha avuto lo scopo di chiarire meglio qual è il perimetro di applicazione della possibilità di richiedere l’assegno unico e universale per i figli: infatti, oltre che i soggetti stranieri così come specificato nell’articolo tre del decreto, l’assegno può essere richiesto anche dai seguenti soggetti:

  • I cosiddetti lavoratori altamente qualificati, ovvero i soggetti stranieri in possesso della carta blu;
  • gli stranieri rifugiati politici, apolidi, o ai quali è stata riconosciuta la protezione internazionale;
  • I lavoratori dei paesi con i quali esistono accordo con l’unione europea relativo alla parità di trattamento dei cittadini (es. i lavoratori marocchini, tunisini, algerini);
  • Gli stranieri che siano in possesso del permesso di soggiorno per diritto di ricongiungimento ai familiari.

Di conseguenza, anche questi soggetti, purché siano in possesso degli altri requisiti reddituali e di residenza o di rapporto di lavoro richiesti al decreto, possono domandare allo Stato l’assegno unico universale.

2 risposte

  1. Ermal ha detto:

    savle sono un ragazzo stranieri volevo sapere se con il kit postale che sono sotto rinnovo del permesso di soggiorno ma ho piu’ di 10 anni in italia e lavoro a tempo indeterminato come posso fare per prendere l’assegno unico per mio figlio.. la domando l’ho fatto all’inps ma mi hanno chiesto il permesso di soggiorno ma come le ho detto sono ancora sotto rinnovo… come posso fare mi potete aiutare per favore. grazie mille aspetto una vostra risposta.

  2. Ermal ha detto:

    savle sono un ragazzo stranieri volevo sapere se con il kit postale che sono sotto rinnovo del permesso di soggiorno ma ho piu’ di 10 anni in italia e lavoro a tempo indeterminato come posso fare per prendere l’assegno unico per mio figlio.. la domando l’ho fatto all’inps ma mi hanno chiesto il permesso di soggiorno ma come le ho detto sono ancora sotto rinnovo… come posso fare mi potete aiutare per favore. grazie mille aspetto una vostra risposta..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!