Badante e colf, la pensione

Pensioni colf e badanti ecco cosa sapere

Quando si parla di colf e badanti l’aiuto posto in essere a casa risulta molto prezioso tant’è che in molte famiglie italiane ci si avvale di un collaboratore domestico.

Oltre a curare e dare attenzione alle persone anziane e/o disabili, i colf danno un aiuto anche nei lavori e nelle pulizie di casa.

Trattandosi di un lavoro molto sacrificato, questa categoria di lavoratori spera di poter andare anticipatamente in pensione così da potersi godere il meritato relax.

Purtroppo trattandosi di una categoria lavorativa molto particolare, non si può andare avanti pagandosi volontariamente in contributi smettendo di lavorare.

Per cui per pensionarsi prima occorre seguire canali classici che offrono comunque delle possibilità vantaggiose. Andiamo pertanto ad analizzare tutte le strade possibili da percorrere qualora si voglia provare ad andare in pensione dopo anni ed anni impiegati a fare da colf o da badante.

In ogni caso tieni conto che potrebbe essere davvero complicato riuscire a raggiungere il proprio intento.

La pensione nei casi più tradizionali

Volendo seguire la strada tradizionale, è possibile per chi ha goduto di un contratto regolare, le donne che hanno raggiunto i 67 anni, chiedono il pensionamento beneficiando dell’assegno sociale Inps e della pensione di cittadinanza.

In alternativa, qualora tu abbia già raggiunto almeno i 63 anni d’età e abbia a tuo favore almeno 36 anni di contribuzioni puoi provvedere a fare richiesta all’Ape Sociale, mezzo attraverso cui la maggior parte delle persone potrà beneficiare della pensione se appartenente alle categorie dei lavori gravosi.

Qualora i contributi siano almeno 41 si può andare in pensione prescindendo dall’età. Almeno 1 anno però deve essere antecedente al compimento dei 19 anni. In questa circostanza l’anticipo del trattamento previdenziale scatta in automatico.

Ultima possibilità

Infine si deve tener conto di un’ulteriore possibilità grazie alla quale andare in pensione se sei una colf o una badante.

Tale alternativa concerne chi ha almeno 5 anni di copertura assicurativa a partire dal 31 dicembre 1995. Questa è la pensione di vecchiaia che si ottiene all’età di 71 anni e viene calcolata con il sistema contributivo. 

Oltre queste strade non ci sono altre possibilità. È giusto quindi fare un sunto della propria posizione per capire se si possa o meno accedere ad uno di questi iter, e andare finalmente in pensione.

In ogni caso affidandosi all’aiuto di consulenti e professionisti è possibile fare il punto della situazione e riuscire quindi a trovare la soluzione più confacente alle proprie esigenze

Guida a cura dello Studio Legale

avvocati studio legale Imperia Sanremo
Studio legale in Imperia, via Giorgio Des Geneys 8

Costo dell’avvocato per seguire una vertenza domestici ? Chiedi un preventivo..

    Il tuo nome

    La tua email

    Città

    Il tuo messaggio


    error: Content is protected !!