Decreto flussi 2016, si inizia

Decreto flussi 2016, a pochi giorni dall’invio”

E’ in arrivo sulla Gazzetta Ufficiale il nuovo decreto flussi 2016 e nell’attesa dello stesso è già stato fissato un primo calendario riguardante la compilazione ed il relativo invio delle domande per la richiesta del nulla osta al lavoro.

13.000 lavoratori subordinati stagionali cittadini di Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina, Corea del Sud, Costa d’Avorio, Egitto, Etiopia, ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Marocco, Mauritius, Moldova, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Sudan, Ucraina, Tunisia.

Sarà attraverso il sito nullaostalavoro.dlci.interno.it dedicato al Ministero dell’Interno che il tutto avverrà sempre in modalità online, con un’unica eccezione riferita alle partenze sfalsate che varierà a seconda delle domande stesse e delle loro tipologia di appartenenza.

stagionale flussi

stagionale flussi

In primis avranno spazio le domande relative alle conversioni dei permessi di soggiorno rilasciati per motivi e i pochi ingressi per lavoro non stagionale previsti dal decreto, in permessi di soggiorno per lavoro, che interesseranno esclusivamente chi si ritroverà in possesso di specifici requisiti quali l’aver frequentato corsi speciali in patria, nonché ad un centinaio di lavoratori sudamericani che dimostrino essere discendenti di Italiani.

Possono essere convertiti in permesso di soggiorno per lavoro subordinato :
4.600 permessi di soggiorno per lavoro stagionale,
6.500 permessi di soggiorno per studio, tirocinio e/o formazione professionale..

Chiunque fosse quindi in possesso dei requisiti sopra specificati, potrà preparare le domande già dalle 9.00 del giorno 3 febbraio, per poi spedirle in una fase successiva solo a partire dal 9 febbraio 2016.

A partire dalla prossima settimana invece, verrà messo in atto uno specifico procedimento che è da considerarsi la “fetta” più sostanziosa degli ingressi dall’estero autorizzati dal decreto flussi 2016, e che riguarderà nello specifico l’ingresso nel nostro pese di ben tredicimila lavoratori stagionali extracomunitari.

I datori di lavoro degli stessi, dovranno quindi premunirsi iniziando a compilare le specifiche domande di assunzione a partire da data successiva al 10 febbraio. Solo dopo la compilazione delle stesse potranno in fase successiva spedirle, sempre attenendosi alla specifica tempistica designata per il giorno 17 febbraio 2016.

Qualunque sia quindi la tipologia di domanda di nulla osta al lavoro che dovrà essere in una prima fase compilata e solo in una seconda fase successiva spedita, potrà essere fatta con estrema attenzione e calma, in quanto, nonostante il numero delle stesse sarà certamente elevato, vi sarà la possibilità di farle pervenire tutte senza esclusione alcuna, in quanto le quote flussi 2016 stabilite per le stesse dovrebbero essere sufficienti al fine di soddisfare ogni tipologia di richiesta.

Il testo : decreto flussi 2016

avvocati studio legale Imperia Sanremo

Studio legale in Imperia, via Giorgio Des Geneys 8

Il tuo nome

La tua email

Città

Il tuo messaggio


6 Risposte

  1. febbraio 2, 2016

    […] nel cuore del Decreto flussi del 2016, è possibile riuscire ad affermare che saranno circa trentamila i lavoratori stranieri ad esserne […]

  2. febbraio 8, 2016

    […] Previous story Decreto flussi 2016, si inizia […]

  3. marzo 6, 2016

    […] […]

  4. marzo 21, 2016

    […] […]

  5. dicembre 23, 2016

    […] OGGETTO: Attribuzione quote residue per ingressi lavoro stagionale a valere sul D.P.C.M. 14 dicembre 2015 (articolo 4) concernente la “Programmazione transitoria dei flussi di ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro nel territorio dello Stato per l’a…“. […]

  6. gennaio 14, 2017

    […] lavoratori visto che è attesa la conferma di quelle già inserite nei decreti degli scorsi anni (decreto flussi 2016)e quindi le frontiere si apriranno per lavoratori in arrivo da Marocco e Mauritius, Pakistan, […]

error: Content is protected !!