Decreto flussi 2017

Flussi lavoratori stagionali 2017, stabilite le quote

Saranno complessivamente 17mila i lavoratori stagionali che potranno essere impiegati con contratti a tempo determinato nei settori agricolo e turistico-alberghiero

Il 2017 è cominciato con le nuovo quote comunicate dai ministeri dell’Interno e del Lavoro per i lavoratori stagionali stranieri che potranno raggiungere l’Italia dall’estero per essere impiegati qualche mese nelle aziende del settore agricolo e turistico-alberghiero: sono 17 mila complessivamente quelli autorizzati dal decreto flussi che comprende anche le quote destinate agli ingressi non stagionali oltre che per le conversioni di permessi di soggiorno.

lavoro stagionale stranieri

lavoro stagionale stranieri

Al momento è questo l’unico dato ufficiale perché in realtà il testo del decreto flussi non è ancora stato pubblicato e quindi non è consultabile. Bisognerà attendere quello per visualizzare anche le date nelle quali si potranno presentare le domande online (i cosiddetti ‘clic day’).

Ma non si annunciano novità sostanziali per quello che riguarda le nazioni di provenienza dei lavoratori visto che è attesa la conferma di quelle già inserite nei decreti degli scorsi anni (decreto flussi 2016) e quindi le frontiere si apriranno per lavoratori in arrivo da Marocco e Mauritius, Pakistan, Senegal, Serbia, Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Egitto, Etiopia, Macedonia, Gambia, Moldova, Montenegro, Corea del Sud, Costa d’Avorio, Filippine, Niger, Nigeria, Sri Lanka, Sudan, Ucraina e Tunisia.

Decreto flussi 2017

Sicuramente però rispetto al recente passato sono cambiate alcune regole che attengono all’ingresso e al soggiorno dei lavoratori stagionali. In particolare sono stati specificati con una legge i settori di impiego e sono anche stati semplificati gli ingressi pluriennali di lavoratori già arrivati in precedenza nel nostro Paese, introducendo al tempo stesso norme più severe sull’alloggio e contro le aziende che li fanno arrivare in Italia senza però assumerli.

Un’ulteriore spiegazione è stata fornita al portale Stranieriinitalia da Romano Magrini, responsabile politiche del lavoro di Coldiretti. I flussi stagionali – ha commentrato – non possono essere utilizzati per chi è già qui senza permessi di soggiorno o per impiegare lavoratori in settori diversi dall’agricoltura o dal turismo. L’obiettivo è impedire ‘false domande’ che comunque non hanno speranza di essere accolte, ma che ingolfano la procedura a scapito dei veri lavoratori stagionali e delle aziende che ne hanno bisogno urgentemente, ad esempio perché partono le campagne di raccolta”.

I sindacati sono assolutamente favorevoli al fatto che in campi specifici come quello dell’agricoltura e nel settore turistico-alberghiero il numero di lavoratori venga implementato anche con cittadini stranieri stagionali perché per molti di loro non si tratta della prima volta e quindi hanno già creato un rapporto di fiducia con le aziende.

E anche se arrivano da Paesi lontani, i costo del loro viaggio verranno ammortizzati dalla paga italiana che è di gran lunga superiore a quello che potrebbero guadagnare nel loro Paese. Quello su cui però i sindacati insistono è dar passare le domande di assunzione solo tramite loro, in modo da poter creare un vero filtro contro l’illegalità, anche se fino ad oggi non è mai successo.

avvocati studio legale Imperia Sanremo

Studio legale in Imperia, via Giorgio Des Geneys 8

Il tuo nome

La tua email

Città

Il tuo messaggio


Potrebbero interessarti anche...

6 Risposte

  1. flussi ha detto:

    Vorrei sapere come accedere ai flussi migratori 2017 per assumere in tempi utili una persona di fiducia che assista mio figlio disabile in Imperia in quanto io lavoro all’estero

  2. stagionali ha detto:

    Vorrei sapere come posso rinnovare il permesso stagionale di 9 mesi che adesso mi scade,io ho già un lavoro con contratto stagionale però siccome mi sono trovato bene questo tempo che ho lavorato li il datore di lavoro vuole rifarmi i documenti ,lui è disposto a fare anche il contratto con tempo indeterminato ma con permesso come posso fare per rinnovarla.

  3. utente ha detto:

    buongiorno vorrei sapere quando si iniziano fare le domande per i lavoratori stagionali .
    quando ci sarà il clic day.

  4. badante ha detto:

    Salve avvocato,la mia ragazza in Italia da 5 anni ormai,lavora come badante,nessun problema con la legge ha imparato benissimo l italiano ed è di nazionalità ucraina,lei ha la possibilità di essere assunta,ma non può perché entrata in Italia con visto turistico.In Italia non ci sono modi per regolarizzarsi,a parte il matrimonio con un cittadino italiano.Non c’è nessuna possibilità,per una persona che è qui da tanti anni,che lavora e non ha mai creato problemi a nessuno

  5. flussi ha detto:

    vorrei un’informazione … ma sto decreto flussi ( 2017 ) quando esce ?
    C’è chi dice ( voci di corridoio) fine mese di febbraio ma è vero è attendibile?
    Ho letto un suo articolo recente che parlava di 17 mila quote , ma in reltà coldiretti parla di 30 mila quote

  6. click day 2017 ha detto:

    se io, come agricoltore ho bisogno di manodopera per le mie prossime campagne di raccolta,come posso fare per esempio se voglio chiamare sui miei raccolti dei braccianti marocchini devo sapere i loro nomi?le generalità,e come si chiama il sito per svolgere tutte le procedure di richiesta?a chi bisogna scrivere alla prefettura?