il legal blogger o legal writer

Legal Blogger : 5 consigli per esserlo al meglio

Negli ultimi anni i blog a tema legale spopolano: si tratta soprattutto di siti internet che offrono, in maniera accattivante e semplice, la spiegazione e l’approccio ai temi legali più discussi ed interessanti, cercando di ‘tradurli’ dal difficile linguaggio tecnico giuridico ad uno più alla portata di un cittadino qualsiasi.

Perché un blog legale abbia successo, però, è necessario che chi scrive tenga presente qualche consiglio, che potrà servire ad evitare che i lettori si stanchino dopo uno o due articoli.

Ecco cinque consigli per fare (bene) il mestiere di legal blogger.

1. Non siate prolissi

Il primo errore che tanti legal blogger (e anche professionisti) alle prime armi fanno è quello di creare articoli troppo lunghi.

La capacità di sintesi è davvero indispensabile in questo lavoro: se il lettore troverà di fronte a sé due o tre pagine nelle quali viene ‘diluito’ l’argomento, è molto probabile che andrà alla ricerca di altri blog più sintetici e più diretti.

È bene cercare di sintetizzare nelle prime righe dell’articolo il contenuto principale, in modo da far capire al lettore che lì troverà quello che sta cercando, senza bisogno di andare altrove.

2. Impaginate bene l’articolo

Un articolo ‘a blocco unico’ non affascina un lettore e non lo colpisce, per quanto l’argomento possa essere avvincente o oggettivamente utile,

Se invece impaginate bene l’articolo, magari utilizzando anche elenchi puntati, sottotitoli, esso risulterà più godibile e di conseguenza anche più leggibile.

3. Abbandonate il legalese

La ‘lingua legale’ (cd. legalese)risulta spesso incomprensibile ed astrusa a tanti lettori, in fondo è anche questo il motivo che spinge le persone a cercare dei blog dove i problemi e le questioni giuridiche vengano spiegate in modo semplice.

Bisogna quindi cercare di usare un linguaggio chiaro, costellando l’articolo, se necessario, di esempi pratici che possano aiutare il lettore.

Ovviamente in alcuni casi, per necessità di precisione e serietà, non è possibile abbandonare i termini legali. Basterà essere chiari e spiegarli in modo semplice ed alla portata di tutti.

4. Integrate l’articolo

Se avete dei riferimenti esterni all’articolo – infografiche, link ad altri articoli magari sempre fatti da voi – cercate di integrarlo. Magari con approfondimenti o con articoli correlati che possono incentivare il lettore a consultare il vostro sito.

5. Siate unici

Create un vostro stile personale : ogni blogger (avvocato o meno) ha un certo modo di scrivere che lo rende inconfondibile e diverso. Lo stesso dovrebbe avvenire per un blogger legale: il fatto che si trattino argomenti spesso seriosi o complicati rende ancora più semplice, per il lettore, di innamorarsi di uno stile narrativo accattivante e alla mano, ricco di esempi e coinvolgente.

In questo modo il vostro blog legale potrà dire di essere davvero unico.

Il tuo nome

La tua email

Città

Il tuo messaggio

avvocato studio legale


error: Content is protected !!