Pratica assunzione badante colf

Come si assume un collaboratore domestico

Per assumere un collaboratore domestico, che si tratti di un colf, di un cuoco, di una badante o di una baby-sitter, ci sono alcune regole da rispettare, anche quando il soggetto è già assicurato presso altri datori di lavoro.

Il lavoro domestico viene disciplinato da tre fronti: dalla legge 339/1958, dalla Convenzione dell’OIL n. 189 del 16 giugno 2011 sul lavoro dignitoso per le lavoratrici e i lavoratori e dal CCNL di riferimento.

Completano il quadro le tabelle retributive annualmente rivalutate.

I primi passi da seguire per l’assunzione

Come prima cosa bisogna effettuare una prima disamina dei documenti circa il lavoratore, in particolare se parliamo di uno straniero (non si può assumere un soggetto che non detiene regolare permesso di soggiorno ai fini lavorativi): quando il lavoratore non è ancora entrato in Italia il lavoratore deve attendere che venga presentata la domanda di nulla osta al lavoro allo Sportello unico per l’immigrazione della provincia di residenza così da vedersi rilasciare il contratto di soggiorno e successivo permesso di soggiorno per motivi di lavoro.

Rispettando il più recente Decreto Flussi, il datore deve garantire un certo orario di lavoro settimanale e un certo reddito annuo, tenendo conto che se si assume uno straniero come assistente familiare non serve l’autocertificazione inerente alla capacità economica in caso di datore di lavoro affetto da patologie che ne limitano l’autosufficienza.

Il contratto di lavoro domestico

L’assunzione che può avvenire sia a tempo determinato che a tempo indeterminato, full time o part-time, prevede la stipula di un contratto su cui vengono riportate alcune informazioni come la data di assunzione, il livello, la retribuzione, l’eventuale periodo di prova, la durata dell’orario di lavoro, collocazione della eventuale mezza giornata di riposo settimanale in aggiunta alla domenica, ferie ed indicazione dell’eventuale fruizione del vitto e dell’alloggio.

Comunicazione di assunzione INPS: modello COLDASS e modello LDEM09

Bisogna in un secondo momento dare comunicazione all’INPS dell’assunzione del lavoratore con un anticipo di almeno 24 ore prima dell’inizio del rapporto (anche se trattarsi di giorno festivo). Per fare ciò basta compilare il modello COLDASS (nel caso di lavoratore straniero si usa invece il modello LDEM09 extra UE).

Questa comunicazione diventa efficace e apre la valenza dei Servizi competenti, del Ministero del lavoro, dell’INAIL ai fini dell’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, nonché della Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo.

Per verificare lo stato della richiesta basta che il datore di lavoro accede al profilo personale sul sito INPS dove può avere un dialogo diretto con l’INPS e gestire i dati relativi al rapporto di lavoro domestico, ivi compresa la consultazione dei pagamenti già effettuati.

Ci sono molti servizi tra cui potersi barcamenare a seconda delle specifiche esigenze. In alternativa, per chi non avesse dimestichezza con il PC, può sempre telefonare il Contact Center dell’ente previdenziale, al numero 803.164 da rete fissa e 06164164 dal cellulare fornendo telefonicamente i dati necessari.

O ancora, si può sempre dialogare con l’INPS attraverso il conferimento di una delega a un soggetto intermediario (Consulente del Lavoro, Avvocato, Commercialista) che opererà in nome e per conto del soggetto che assume.

Il modello di comunicazione di assunzione

Infine cerchiamo di dare una spiegazione sul modello di comunicazione di assunzione. Al suo interno vanno riportate alcune informazioni, come ad esempio che mansione avrà il lavoratore, i dati anagrafici di entrambe le parti, i, luogo in cui avrà luogo la prestazione, nonché tutte le specifiche del permesso/carta di soggiorno.

Andrà inoltre scritto nel modello anche che tipo di contratto (a termine o indeterminato) sia, quale sia stata la data di assunzione, il numero delle ore e la retribuzione, e se si fruisce vitto e alloggio al lavoratore.

Il modello potrà essere confermato entro 30 giorni e risulta valido solo dopo la ricezione dell’avvenuta registrazione di assunzione.

Vuoi affidarci la tua pratica di assunzione ? scrivici

avvocato studio legale

    Il tuo nome

    La tua email

    Città

    Il tuo messaggio

    Una risposta

    1. Sto cercando lavoro ha detto:

      Sto cercando lavoro come colf e baby sitter.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    error: Content is protected !!