Riconoscimento cittadinanza italiana per discendenza

Acquisto cittadinanza italiana jure sanguinis

Riconoscimento della cittadinanza italiana “jure sanguinis” (per diritto di discendenza) secondo la legge italiana articolo 7 della Legge Italiana 555/1912

Chi può fare la richiesta della cittadinanza ius sanguinis ?

Questo articolo sette, sotto condizioni specifiche, offre la possibilità di derivare la cittadinanza italiana dai vostri antenati italiani nel caso in cui possiate fornire la prova che la linea di cittadinanza non è mai stata interrotta nel corso delle generazioni che conducono a voi.

Quali  sono le condizioni per la cittadinanza per discendenza ?

Se siete nati negli Stati Uniti o in un’altra nazione (Argentina, Brasile) che garantisce la sua cittadinanza alla nascita “jure soli” (per diritto del suolo), potete fare domanda di cittadinanza italiana “jure sanguinis” (per diritto di discendenza) e venire considerati cittadini italiani se i vostri avi erano italiani al momento della vostra nascita.

Ci sono alcune eccezioni alla regola generale. Ad esempio:
1. Antenati che sono stati naturalizzati come cittadini USA prima del 14 giugno 1912 non possono trasmettere la cittadinanza, anche se i loro figli sono nati prima della loro naturalizzazione;
2. Alle donne italiane non è stato concesso il diritto di trasmettere la propria cittadinanza ai figli fino al 1948. Perciò, i richiedenti nati prima del 1 gennaio 1948 possono richiedere cittadinanza italiana solo dalla linea paterna.

Le differenti categorie di richiedenti

Di seguito trovate diversi esempi per categorie differenti. Vedi sotto (sotto la domanda “Quali moduli e documenti devo presentare? “) quali documenti sono richiesti per ciascuna categoria.

  • Categoria 1: vostro padre era un cittadino italiano al momento della vostra nascita e non avete mai rinunciato al vostro diritto di cittadinanza italiana;
  • Categoria 2: vostra madre era cittadina italiana al momento della vostra nascita, siete nati dopo il 1 gennaio 1948 e non avete mai rinunciato al vostro diritto di cittadinanza italiana;
  • Categoria 3: vostro padre è nato negli Stati Uniti o in una nazione diversa dall’Italia che l’ha considerato cittadino per nascita “jure soli” (per diritto del territorio), il vostro nonno paterno era cittadino italiano al momento della nascita di vostro padre, e vostro padre non ha rinunciato alla sua cittadinanza italiana prima della vostra nascita;
  • Categoria 4: vostra madre è nata negli Stati Uniti o o in una nazione diversa dall’Italia che l’ha considerata cittadina per nascita “jure soli” (per diritto del territorio), la vostra nonna paterna era cittadina italiana al momento della nascita di vostro padre, e vostra madre non ha rinunciato alla sua cittadinanza italiana prima della vostra nascita;

Per determinare se siete idonei per la cittadinanza italiana nel rispetto dell’Articolo 7 della Legge Italiana 555/1912, l’ufficio preposto alla domanda di cittadinanza deve applicare la legge italiana vigente al momento della vostra nascita.

Se richiedete cittadinanza tramite la linea di sangue materna, dovete fornire informazioni anche su vostro padre e sul nonno materno, dato che nel rispetto della legge italiana è necessario stabilire che i vostri antenati femmina non hanno perso la cittadinanza italiana in un qualche momento a seguito della naturalizzazione dei loro rispettivi coniugi.

Domande sulla cittadinanza per linea di sangue

Un mio parente ha già fornito tutti i documenti relativi agli stessi antenati ad un altro consolato italiano o ad una municipalità italiana (Comune). L’ufficio consolare può usare gli stessi documenti?

No. A partire da ottobre 2012, l’ufficio consolare USA non può far riferimento ai documenti di altri Consolati Italiani o Municipalità in Italia. Se fate richiesta dopo che ad un vostro parente è già stata concessa la cittadinanza italiana per discendenza dallo stesso antenato dal quale voi fate partire la vostra richiesta di cittadinanza, dovete presentare tutti i documenti di famiglia necessari, anche quelli che sono stati presentati con la richiesta del vostro parente.

Come posso cercare i vecchi documenti familiari in Italia ?

Per recuperare i certificati anagrafici dei vostri antenati, dovreste contattare la Municipalità Italiana (Comune) nella quale sono nati o hanno vissuto. Se venivano da un piccolo sobborgo (frazione), dovreste contattare la Municipalità della quale questo fa parte.

Le Municipalità Italiane conservano documenti di nascita, matrimonio e decesso nei propri archivi. È inoltre possibile ottenere copie di un documento che descrive la composizione della famiglia, il cosiddetto “certificato di stato di famiglia” emesso dal 1869.

cittadinanza italiana per discendenza

Questo tipo di documento si può ottenere dall’“Ufficio Anagrafe” delle Municipalità. Contengono nome, luogo e data di nascita dei membri della famiglia che erano vivi al momento dell’emissione.

Altre fonti di informazione sono:

a) gli Archivi di Stato Italiani;

b) i Registri Parrocchiali dove, prima dell’unificazione d’Italia nel 1861, venivano conservati certificati di battesimo, cresima, matrimonio e decesso. Molti di questi Registri sono stati successivamente trasferiti alle Diocesi locali o agli Archivi della città principale più vicina.

Devo pagare una tassa per la richiesta di cittadinanza per discendenza ?

Sì. La legge italiana 89/2014 ha stabilito una tassa di € 300 (trecento euro) per la richiesta della cittadinanza italiana.

Quali moduli e documenti devo essere presentati in consolato ?

I moduli e documenti richiesti variano a seconda del caso. Per semplificare, abbiamo raggruppato assieme le categorie più comuni (vedi sopra per i dettagli) :
Se si ricade nelle Categorie 1 o 2 elencate sopra, dovete presentare i seguenti documenti, tutti in forma originale:
Certificato/i di nascita di vostro padre e/o madre;
Contattate la Municipalità Italiana (Ufficio Anagrafe-Stato Civile) dove sono nati vostro padre/madre, richiedete un certificato di nascita sotto forma di “estratto dell’atto di nascita” (che mostri i nomi di vostro padre/madre). Potete trovare l’indirizzo della Municipalità sui siti internet dei Comuni d’italia.
Certificato di matrimonio dei vostri genitori;

Se il matrimonio è stato celebrato negli Stati Uniti o Argentina o Brasile, dovete ottenere un certificato di matrimonio “modulo lungo/esteso” legalizzato con apostille. Se applicabile, è necessario fornire la sentenza finale di divorzio o, in caso di decesso di un coniuge, il certificato di decesso di vostro padre/madre.

avvocato per cittadinanza

Il tuo nome

La tua email

Città

Il tuo messaggio


error: Content is protected !!