Risarcimento danni da morso di cane

Il risarcimento danni da morso di cane è espressamente previsto dal nostro codice civile all’articolo 2052, il quale prevede che Il proprietario di un animale o chi se ne serve per il tempo che lo ha in uso, è responsabile dei danni cagionati dall’animale, sia che fosse sotto la sua custodia, sia che fosse smarrito o fuggito, salvo che provi il caso fortuito“.

Si tratta pertanto di una responsabilità particolarmente gravosa per il proprietario del cane il quale risulta essere sempre responsabile per il suo animale fatto salvo il caso in cui non riesca a provarne il caso fortuito, quindi con onere probatorio a suo carico.

Il danneggiato invece è tenuto a provare il nesso di causalità tra l’evento dannoso, il cane e la proprietà del cane da parte del presunto responsabile.

La Suprema Corte di Cassazione ha chiarito, inoltre, con una sentenza mai smentita (Cass. Civ. n. 9037 del 15 aprile 2010) che non è sufficiente la prova di aver utilizzato la comune diligenza nella custodia del cane per essere liberato dalla responsabilità. La responsabilità del padrone dell’animale è sia di tipo penale che civile, e dobbiamo evidenziare come di recente i togati hanno liquidato anche il danno di tipo biologico, anche se non espressamente richiesto.

Per quanto riguarda il risarcimento danni per i bambini morsi da cane, questa sussiste anche nel caso in cui il bambino fosse tenuto per mano dalla madre e non in braccio, non integrando una ipotesi di caso fortuito.

Responsabilità del comune per i cani randagi

Il Comune è responsabile dei danni patiti in ciclomotore aggredito da un cane randagio durante la marcia del mezzo (Cassazione 2741/2015), atteso che l’ente territoriale, ai sensi della legge-quadro 14 agosto 1991 n. 281 e delle leggi regionali in tema di animali di affezione e prevenzione del randagismo,

Il Comune è tenuto in correlazione con gli altri soggetti indicati dalla legge al rispetto del dovere di prevenzione e controllo del randagismo sul territorio di competenza.

Se accarezzi un cane altrui e ti morde: hai diritto al risarcimento?

Chi ha un cane deve essere pienamente consapevole di avere una grossa responsabilità sotto il profilo giuridico. Sia che si tratti di cane piccolo che di un cane molto grande, infatti, la possibilità che esso morda una persona non è mai da escludere, anche se si tratta di un cane molto buono e che non ha mai dato cenni di squilibrio.

Un caso affatto infrequente è quello della persona che, mentre accarezza il cane altrui, viene morsa : in quel caso si ha il diritto ad un risarcimento del danno ?

Come vi abbiamo già posto in evidenza, il codice civile all’articolo 2052, prevede che “Il proprietario di un animale o chi se ne serve per il tempo che lo ha in uso, è responsabile dei danni cagionati dall’animale, sia che fosse sotto la sua custodia, sia che fosse smarrito o fuggito, salvo che provi il caso fortuito“.

È possibile da parte del padrone provare il caso fortuito se un terzo accarezza il suo cane ?

Si parla di caso fortuito nel caso di “evento imprevedibile e inevitabile”.

La Suprema Corte di Cassazione ha spiegato che “Il convenuto (rectius, il padrone del cane), per liberarsi dalla responsabilità, dovrà provare non già di essere esente da colpa o di aver usato la comune diligenza e prudenza nella custodia dell’animale, bensì l’esistenza di un fattore, estraneo alla sua sfera soggettiva, idoneo ad interrompere quel nesso causale (Cass. 7260 del 2013).

risarcimento da morso di cane

risarcimento da morso di cane

Qualora un cane morda un terzo, pertanto, seppur conosciuto dal cane stesso come nel caso esaminato dagli ermellini, deve intervenire un fattore esterno per provocare l’interruzione del nesso causale ed escludere, quindi, la responsabilità del padrone.

Un esempio – sebbene si tratti di un esempio più di scuola che facilmente realizzabile – potrebbe essere quello del fulmine che spaventi il cane mentre viene accarezzato e che lo spinga a mordere il terzo : in questo esempio il caso fortuito interromperebbe il nesso causale perché si tratta di un evento estraneo alla responsabilità soggettiva del padrone.

Fatta eccezione per i casi in cui si verifichino questi detti eventi imprevedibili, perciò, il padrone risarcirà il terzo morso per il danno ex art. 2052 c.c.

avvocati studio legale Imperia Sanremo

Studio legale in Imperia, via Giorgio Des Geneys 8

Il tuo nome

La tua email

Città

Il tuo messaggio

Chiedo scusa sono stato denunciato da una ragazza perché’ a suo dire il mio cane l’avrebbe morsa lei sulla denuncia ha messo le testuali parole mentre passeggiavo mi incontravo con il sig. ….con il cane al guinzaglio e lo stesso mi azzannava al braccio dx il giorno dell’udienza ha dichiarato che mentre passeggiava si avvicinava allo scrivente per accarezzare il mio cane è la mordeva premetto che il mio cane non ha morso nessuno in quella circostanza un cane di taglia medio piccola senza padrone e guinzaglio si è’ avvicinato al mio cane di taglia grande un siberian husky e la ragazza si è messa tra i due cani Che cercavano il contatto che non avveniva dandomi le spalle e in detta circostanza il cane randagio le ha procurato una piccola ferita lacero contusa come da referto medico premetto che il mio cane lo avevo preso per la pettorina ed avvicinato al mio fianco dx la stessa poco dopo si recava in ospedale e al dottore alla domanda cane morsicatore rispondeva cane randagio allo scadere dell’ultimo giorno utile mi ha querelato dicendo che da cane randagio il cane era il mio chiedendomi un risarcimento di .. dove abito io sul muro di una vecchia abitazione viene riportata a caratteri grandi PIÙ’ CONOSCO GLI UOMINI PIÙ’ AMO GLI ANIMALI penso che la stessa non sia stata scritta a caso


Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. morsi ha detto:

    Il mio cane ha subito morsi non gravi su tutto il corpo, le hanno tolto un piccolo pezzo d’orecchio ed ha subito due morsi gravi all’interno delle zampe posteriori in cui in uno sono stati necessari punti di sutura. Io sono andato al pronto soccorso, .. dopo mi ha raggiunto solo per dirmi di dire che sono stato attaccato da un cane per strada di cui non conoscevo il proprietario, ma io ho detto la verità dando le sue generalità. Al pronto soccorso mi hanno dato una prognosi di 10 giorni a cui sono stati aggiunti altri 10 giorni dal mio medico di base. Ho dovuto tenere fasciate e curare quotidianamente entrambe le mani per due settimane, con conseguente impossibilità di utilizzarle, dopo le due settimane ho tolto la fasciatura alla mano sinistra e alla destra ho potuto toglierla solo il 21 dicembre su indicazione del mio medico curante.
    I quattro cani non sono nuovi ad aggressioni del genere perché hanno già ucciso due cani, svariati gatti e attaccato altri cani senza ferirli mortalmente. Nonostante questo il proprietario li ha ancora tutti e li porta in giro contemporaneamente senza museruola. Vorrei evidenziare che per me ed il mio cane è stato uno shock non da poco, adesso lei fa fatica a relazionarsi con gli altri cani perché ha un atteggiamento molto più “sull’attenti” e io quando vedo tanti cani e sono con il mio ho un po’ di paura ad entrare a contatto con loro.

  2. morso cane ha detto:

    Ho avuto un infortunio per morso di cane l’inail mi ha pagato danno biologico e stipendio regolare. All’inizio dell’accaduto ho scritto lettera raccomandata alla proprietaria. Se a chiusura dell’infortunio non chiedessi piu’ nulla alla proprietaria del cane potrebbero chiamarmi in tribunale? Poiche’ la proprietaria del cane dice che l’ho querelata

  3. cane ha detto:

    Tre mesi fa il mio cane, al guinzaglio, ha morsicato una ragazza che era stata ripetutamente avvisata di non accarezzarlo. È un cane piccolo e vecchio, non ha lasciato ferite, ma la ragazza ha chiamato l’ambulanza ed al pronto soccorso le han dato .. di prognosi perché le faceva male il polso (dolore che si è causata levando di scatto la mano).
    Ora, ai tempi non avevo ancora un’assicurazione, e l’avvocato della ragazza chiede risarcimento di danni fisici, morali ed economici. Devo risarcire? A quanto ammonterebbe secondo voi? La ragazza tra l’altro è nullafacente , nessun contratto di lavoro.

  4. cani ha detto:

    porta al guinzaglio , regolamentare, ( il mio cane non puo’ mai restare libero se non in aree protette, ma questo e’ un parco giochi per bimbi ) quando alle spalle sopraggiunge un altro cane ( razza meticcia) che con grandi abbai si avvicina sempre piu’ al mio cane, che sta odorando il terreno.
    questo cane meticcio e’ legato con uno di questi guinzagli che si allungano e si accorciano , creando una pressione ad un bottoncino ( all’interno c’e’ un rullo avvolgibile) .
    nell’avvicinarsi troppo il mio cane si sente attaccato e reagisce , agitandosi, ma e’ tenuto ben stretto da una pettorina con maniglia ed il guinzaglio corto . il ragazzo che teneva / conduceva al giunzaglio il cane meticcio, a questo punto non e’ piu’ in grado di riavvolgre il guinzaglio, vista la pressione che esercita il suo cane nell’andare verso il mio .
    il suo guinzaglio si attorciglia a quello del mio cane , si impigliano, cani e guinzagli in una siepe molto fitta , che delimita l parchetto, ed il mio compagno cade, inciampando in una radice . ( erano le 20:00/20:30 e la zona e’ poco illuminata )
    si rialza , e fa di tutto per separare i cani . il mio cane ha morso ( per difendersi ) l’altro cane , ed Il cane meticcio morde alle mani il mio compagno. ( riporta ferite lievi / referto di pronto soccorso)
    Ora il mio cane ha riportato ferite al muso
    il cane meticcio , dei buchi da morsicatura al collo ( sono due razze molto diverse tra loro )
    il mio compagno ferite ad entrambe le mani.
    La Asl di competenza e’ venuta a fare il sopraluogo , ed ora il mo cane e’ stato censito come cane aggressivo , pur avendo riportato lesioni superficiali ed essendo stato attaccato, o quando meno disturbato e messo in gardia dai forti abbai che l’altro cane emetteva nell’avvicinarsi a lui .
    l’altro cane no, sembra essere solo vittima .
    Ora i proprietari del meticcio mi chiedono i danni e mi hanno denunciata .
    Come posso difendermi ? ed il mio compagno ha diritto di risarcimento ?
    Consideri che siamo vicine di casa , e la sig.ra proprietaria del meticcio ed il figlio sanno che i nostri cani (maschi) non vanno d accordo, ma tutte le volte , che ci incrociamo per strada , loro, con sto benedtto guinzaglio fanno in modo che il loro cane si avvicini al mio e poi non riescono piu’ a controllarlo.
    questa volta e’ andata così …perche’ hanno permesso che il loro cane si avvicinasse troppo e non sono piu’ riusciti a controllarlo.
    io vorrei segnalare con piu’ dettagli all asl la dinamica, di quanto avvenuto , ma non mi hanno fatto parlare