Risarcimento e responsabilità medica

Responsabilità medica e risarcimento del danno

Uno dei quesiti più noti per quanto riguarda il rapporto fra diritto e salute è il seguente : il medico può essere chiamato a rispondere in caso di errori derivanti dalla sua responsabilità ? Si può chiedere in questo caso il risarcimento del danno ?

Errore medico risarcibile

Esordiamo dicendo che si parla di errore medico in caso di una scelta terapeutica del medico che causa un danno al paziente, cioè un peggioramento delle sue condizioni. L’errore del medico può scaturire nella fase della diagnosi, della prognosi e del trattamento.

Esempi di errore e responsabilità medica sono la diagnosi errata o ritardata, che quindi pregiudica o complica le condizioni del paziente, la mancata effettuazione di esami che sarebbero stati necessari, un intervento chirurgico sbagliato, e via dicendo.

La responsabilità medica, in tutti questi casi, è prima di tutto del medico che ha effettuato l’intervento.
La responsabilità può essere invece imputata alla stessa struttura ospedaliera, per esempio nel caso di macchinari mal funzionanti che abbiano compromesso le cure ed il trattamento del paziente.

Nesso causale tra errore medico e danno alla salute

Come sapere se un peggioramento del proprio stato di salute dipende direttamente dall’errore medico ? E’ necessario rivolgersi ad un medico legale con competenze nel campo in cui si richiede l’esame, per evidenziare se e in che modo si possa sostenere che un certo danno possa derivare dall’errore del medico.

Bisogna quindi richiedere prima tutta la documentazione medica, cioè la copia della cartella clinica, alla struttura sanitaria (che deve consegnarla al paziente).

Se la perizia dell’esperto dovesse evidenziare un caso di responsabilità medica nel danno, allora il paziente potrà richiedere il risarcimento del danno.

La domanda di risarcimento

La richiesta di risarcimento deve essere inviata ai soggetti responsabili (il medico stesso, o la struttura sanitaria). Sarà compito dei soggetti stessi aprire il sinistro presso la propria compagnia di assicurazioni.

In alcuni casi, per esempio quando non si raggiunge un accordo sull’entità del risarcimento, è possibile ricorrere al Giudice civile per ottenere la tutela. Attenzione, però: condizione di procedibilità di fronte al giudice è l’esperimento del tentativo di conciliazione.

Questo significa che non si potrà ricorrere di fronte al giudice civile se prima il danneggiato ed il responsabile non cercheranno una conciliazione tra giudiziale di fronte ad un apposito ente.

E’ bene che la richiesta di risarcimento venga inviata immediatamente dopo che è stato fatto il riscontro del danno, per mezzo della perizia di un medico legale o altro specialista.

Bisogna inoltre ricordare che il diritto al risarcimento del danno si prescrive dopo dieci anni dal fatto.

avvocati studio legale Imperia Sanremo

Studio legale in Imperia, via Giorgio Des Geneys 8

Il tuo nome

La tua email

Città

Il tuo messaggio

Una risposta

  1. giugno 28, 2017

    […] Una distinzione che incide sul termine della prescrizione di chi sia rimasto vittima di un caso nel quale si prefigura la responsabilità medica. […]

error: Content is protected !!