Si può registrare una conversazione di nascosto

Registrare di nascosto è possibile? In quali casi?

A tutti noi, almeno una volta nella vita, è sorta una domanda: sarà possibile registrare questa persona, o questa situazione?

Utilizzare, quindi, i sistemi degli smartphone che tutti noi abbiamo per effettuare una registrazione video o audio all’insaputa degli altri.

Gli smartphone (e non solo) consentono di effettuare con la massima facilità delle registrazioni sia audio che video, ma è possibile farlo all’insaputa della persona o delle persone che vengono registrate?

Cosa dice la legge sulla privacy? In quale caso si può fare di nascosto?

Vediamo se, dal punto di vista legale, è possibile effettuare delle registrazioni di nascosto e come usare e sfruttare queste registrazioni, senza incorrere in nessun reato. In alcuni casi infatti la legge consente di registrare di nascosto le persone, video o audio: scopriamo quando e cosa possiamo fare.

Registrare di nascosto: quando possiamo farlo?

In linea di massima, la giurisprudenza nel corso degli anni si è pronunciata favorevolmente rispetto alla possibilità di registrare una conversazione (anche telefonica, come di persona) alla quale si assiste.

In poche parole: è possibile registrare una conversazione con un’altra persona, anche una telefonica, perchè ciascuno deve prendersi la responsabilità di quello che dice e di conseguenza, accetta tacitamente, secondo la giurisprudenza, che ciò che dice possa esser registrato.

La registrazione può avvenire sia in maniera esplicita, che di nascosto: insomma, non c’è alcun bisogno di avvertire l’altra parte del fatto che stiamo procedendo a registrare.

Non è invece legale diffondere il contenuto di una telefonata o di una conversazione che si abbia registrato legalmente, laddove lo scopo della diffusione sia quello di ledere l’altrui immagine oppure reputazione. Comunque sia, diffondere questa conversazione è una lesione della privacy.

Ma attenzione: questo è legale solamente se noi siamo parte della conversazione. Non è invece legale registrare una conversazione della quale non siamo parte, né telefonicamente né in persona.

Pensiamo, ad esempio, a chi registra una conversazione telefonica che avviene fra due persone, ed alla quale non partecipa, utilizzando il vivavoce. Oppure, se si lascia una microspia accesa per captare e registrare una conversazione fra altri, non è legale farlo.

Altresì è illecito effettuare una registrazione in un luogo privato: una casa, l’altrui auto, uno studio, e via dicendo. Senza il consenso dell’altra parte, possessore o comunque colui che detiene il luogo privato, registrare di nascosto è illegale.

Se quindi volete effettuare una registrazione in uno di questi luoghi assicuratevi di avere il consenso della persona interessata!

Posso usare una registrazione nascosta in tribunale?

Si può registrare di nascosto allo scopo di usare la registrazione come prova in tribunale?

Se è per la tutela dei propri diritti di fronte ad un giudice, questa pubblicazione è concessa, al contrario di quanto avverrebbe altrimenti.

Le registrazioni effettuate per la difesa dei propri diritti, di conseguenza, possono anche essere usate in tribunale per dimostrare che una certa conversazione sia avvenuta ed il suo contenuto: ma l’altra parte, è bene ribadirlo, può anche disconoscere di essere l’autore della telefonata o conversazione.

avvocati studio legale Imperia Sanremo
Studio legale in Imperia, via Giorgio Des Geneys 8

    Il tuo nome

    La tua email

    Città

    Il tuo messaggio

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    error: Content is protected !!