Vertenza sindacale della badante

Badante avvia una vertenza sindacale

Badanti vertenza sindacale: quando il datore di lavoro viene denunciato

Non sempre il rapporto tra datore di lavoro e badante è dei migliori. In alcuni casi possono insorgere delle problematiche lavorative che spingono le colf e badanti ad effettuare una vertenza sindacale.

I casi di vertenza da parte delle badanti nei confronti dei datori di lavori aumentano di giorno in giorno, sono tantissimi gli articoli di giornale che evidenziano questa situazione. Sembra inoltre che negli ultimi 10 anni i casi di vertenza sono aumentati dal 30% al 50%. 

Perché una badante dovrebbe fare una vertenza sindacale nei confronti del suo datore di lavoro?

Vediamo quali sono le cause che spingono le badanti ad agire in questo modo. 

Badanti vertenza sindacale: cos’è?

Per vertenza sindacale si intende una denuncia da parte del lavoratore verso il datore di lavoro. Si sporge denuncia nel momento vengono meno i propri diritti di lavoratore.

Questo quindi è uno strumento che consente al lavoratore di tutelarsi qualora il datore di lavoro non rispetti quanto dichiarato nel contratto lavorativo nonché gli obblighi di legge (quindi la disciplina del lavoro in genere e in particolare il CCNL 2020 dei collaboratori domestici).

Lo scopo della vertenza è quello di spingere datore di lavoro e lavoratore al raggiungimento di un accordo

Quali sono le cause che spingono una badante a sporgere vertenza sindacale?

Le cause che possono infiammare il rapporto di lavoro possono essere molteplici, vediamo adesso quali sono quelle più frequenti: 

  • Lavoro nero: al primo posto c’è sicuramente il lavoro nero, le collaboratrici domestiche quindi denunciano perché non possono godere di un contratto regolare poiché il datore di lavoro nega questa possibilità (il lavoro nero ha come conseguenza l’impossibilità per la badante di ottenere la disoccupazione e la pensione, oltre la protezione per infortuni);
  • Sotto inquadramento: questo è il caso in cui il datore di lavoro richiedere alla badante di compiere ulteriori mansioni che vanno al di là delle mansioni indicate nel contratto (ad esempio si assiste un anziano invalido e si viene inquadrati come colf);
  • Malattia non riconosciuta: questa problematica insorge quando il lavoratore ha una problematica di natura fisica o psicologica e il datore di lavoro non riconosce l’indennità prevista dalla legge;
  • Permessi di lavoro: in questo caso invece il datore di lavoro si rifiuta di concedere i permessi previsti dal CCNL 2020 per collaboratori domestici;
  • Straordinari non pagati: la colf viene retribuita con un importo fisso mensile (ad esempio 800/1000 euro) senza alcun riconoscimento della maggiorazione festiva e notturna;
  • TFR (trattamento di fine rapporto) fittiziamente liquidato mensilmente e invece non versato;
  • Riposo settimanale non concesso, le 11 ore di riposo consecutive rimangono solo sulla carta

Queste sono solo alcune delle più frequenti cause lavorative che possono spingere una badante a sporgere vertenza sindacale nei confronti del datore di lavoro. 

Badanti vertenza sindacale: come farla?

Le badanti che vogliono intraprendere vertenza sindacale nei confronti dei datori di lavoro dovrebbero rivolgersi ad un sindacato di categoria. Il compito del sindacato è quello di ascoltare e raccogliere tutte le prove da parte della badante con il fine di trovare una conciliazione con il datore di lavoro.

Nel momento in cui questo non è possibile, il sindacato avvierà un procedimento legale per far valere i diritti della badante che aveva esposto precedentemente vertenza. 

Una volta esposta vertenza la fase di conciliazione dura al massimo 60 giorni. Se la trattativa non approderà a un accordo rimane la strada della causa legale con un avvocato per badanti.

Ricordiamo che quando abbiamo a che fare con soggetti stranieri senza regolare permesso di soggiorno, l’ordinamento italiano prevede un apparato sanzionatorio più severo.

Vuoi un preventivo, scrivici

    Il tuo nome

    La tua email

    Città

    Il tuo messaggio


    error: Content is protected !!