Epifania in busta paga

Epifania festivo in busta paga per i lavoratori dipendenti

Come sappiamo, le festività annuali del 2022 come si anno finiscono in busta paga per i lavoratori dipendenti.

Il 6 gennaio del 2022, festività dell’Epifania, è un giorno festivo che quest’anno cade un giovedì: ma quali sono le conseguenze per la busta paga di un lavoratore dipendente?

Per il 2022 l’Epifania, conosciuta anche come giorno della Befana, oltre ad essere il secondo giorno festivo (il primo è stato il primo giorno dell’anno) è una festività che cade in un giorno della settimana, e di conseguenza va retribuita in busta paga.

Il giorno che conclude tradizionalmente le festività natalizie quest’anno cade di giovedì, e quindi è una festività che per i lavoratori dipendenti sarà considerata goduta (oltre alla possibilità di prendere un giorno di ferie per fare un bel ponte e godersi al meglio questi ultimi giorni della festività di Natale). La befana 2022, di conseguenza, è un giorno festivo per questo motivo va in busta paga. Cosa è cambiato per i lavoratori dipendenti?

Epifania 2022 in busta paga

Quest’anno non c’è alcun dubbio, il fatto che l’Epifania, il 6 gennaio, cada di giovedì, durante il giorno festivo a tutti gli effetti e questo comporta che si applica la normativa prevista per i giorni festivi.

Per la maggior parte dei lavoratori dipendenti l’Epifania 2022 sarà una festività goduta, cioè è possibile astenersi dall’attività lavorativa e si otterrà comunque il pagamento in busta paga, come se la giornata fosse stata lavorata.

Il 6 gennaio è quindi un giorno che viene retribuito in busta paga come se fosse lavorato, ma a zero ore lavorative: nessuna maggiorazione in busta paga per chi lavora, e per chi sta a casa retribuzione come la giornata fosse stata lavorata.

Cosa succede se si lavora all’Epifania

È possibile lavorare 6 gennaio, previo accordo tra datore di lavoro e dipendente.

Il lavoratore che lavora in Epifania 2022 quindi non percepisce alcuna maggiorazione, trattandosi di un giorno feriale.

Di conseguenza se si lavora il 6 gennaio 2022 non si ha diritto alcuna maggiorazione in busta paga, ma semplicemente alla retribuzione normale. Il lavoratore che però ha lavorato il 6 gennaio ha diritto al riposo compensativo da richiedere in un secondo momento.

Tuttavia, tenete sempre da conto quello che prevede il vostro contratto collettivo nazionale di riferimento, il quale può avere delle norme migliorative con trattamenti di maggior favore per i lavoratori, anche con riferimento alle festività non godute.

In questo caso, per il lavoratore che lavora il 6 gennaio ci potrebbe essere diritto ad una maggiorazione busta paga, ma ricordiamo che si tratta appunto di una eventuale previsione specifica del CCNL.

Ad esempio il CCNL commercio e quello ristorazione prevedono una maggiorazione busta paga per i lavori nei festivi come appunto l’Epifania.

Vuoi ricevere informazioni sui nostri servizi..

avvocato studio legale

    Il tuo nome

    La tua email

    Città

    Il tuo messaggio

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    error: Content is protected !!